Le interviste di Riforma in Movimento: Fabrizio Pregliasco

Riforma in Movimento è il progetto di ricerca promosso dall’osservatorio Terzjus sullo stato di attuazione della legislazione del Terzo Settore. All’interno dell’indagine sono stati intervistati i principali attori del non profit per creare dialogo tra le istituzioni, le reti e le organizzazioni. In questa intervista, Fabrizio Pregliasco, Presidente di Anpas nazionale condivide la sua esperienza e le sue opinioni a riguardo.

Qual è, a suo avviso, l’elemento più innovativo/promettente della nuova legislazione sul terzo settore (Codice del Terzo Settore, Impresa Sociale, 5×1000, Servizio Civile Universale)?

A mio avviso l’elemento più innovativo/promettente è il fatto di aver separato il grano dal loglio, come si suol dire. Ovvero il tentativo di razionalizzazione e di sanificazione di un ambito che si nasconde a volte nel grande concetto di enti del Terzo Settore, ma che in realtà non ha né le caratteristiche e la serietà, né gli elementi fondamentali degli enti. Quindi è stato anche definito meglio il concetto di Terzo Settore. 

Qual è l’elemento che più la preoccupa riguardo la nuova legislazione sul/riforma del Terzo Settore? 

Sicuramente questo allungamento dei tempi, collegato alla reale applicabilità della Riforma. Vedo ancora la mancanza di alcuni decreti ministeriali attuativi, mi riferisco agli artt. 6 (elemento molto importante per il finanziamento delle associazioni) e 7 (sull’aspetto del fundraising). Ecco, questo come esempio di carenza e di qualcosa che così realizzato è importante ma molto complesso. Per fare le cose per bene c’è una complicazione organizzativa e di adempimenti delle varie disposizioni. 

Continua a leggere l’intervista.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. È vietato qualsiasi utilizzo, totale o parziale, del presente documento per scopi commerciali, senza previa autorizzazione scritta di Terzjus.
Torna in alto

Ricevi aggiornamenti,
news e approfondimenti sulle attività di Terzjus