Con l’Action Plan UE un cambio di passo

editoriale di Luigi Bobba pubblicato a pag. 1 dell'inserto L'Economia Civile di «Avvenire» del 4 maggio 2022

Non è solo un cambio di nome. Se nel decennio passato i programmi e le iniziative della Commissione Europea nel campo dell'economia sociale erano stati ricompresi nella “Social Businnes Initiative”, ora, con il varo – nel dicembre scorso - del “Social Economy Action Plan”, siamo ad un cambio di orientamento culturale, al riconoscimento di soggetti che, nel campo economico ed imprenditoriale, non agiscono solo in forza dello scambio per il guadagno (business), ma sono orientati invece da principi di reciprocità e di solidarietà.

Terzjus in video

Ultimi Articoli

Rimettersi in gioco. Sfide e opportunità per gli ETS di fronte al Social Economy Action Plan: il video

Con il Social Economy Action Plan si può aprire una nuova stagione per il mondo del Terzo Settore e non solo. È però necessaria una approfondita riflessione per cogliere le implicazioni complessive e le possibilità che la prospettiva europea offre a tutti i soggetti che rientrano nell’area dell’Economia Sociale.

Documentazione - Ultimi inserimenti

Ricevi aggiornamenti,
news e approfondimenti sulle attività di Terzjus