IL REGISTRO UNICO NAZIONALE DEL TERZO SETTORE. Commento al d.m. 15 settembre 2020, n. 106

E’ stato pubblicato il secondo quaderno della collana di Terzjus. Sarà possibile scaricarlo dalla nostra pagina dedicata ai quaderni di terzjus oppure comprarlo direttamente dall’autore.

Il volume si occupa del decreto ministeriale n. 106/2020 sul funzionamento del Registro
Unico Nazionale del Terzo Settore
, di cui offre un ampio ed approfondito commento
per articoli affidati a professionisti ed accademici specializzati nella materia. Il decreto costituisce un atto di fondamentale importanza per il terzo settore e il suo diritto.
Esso è infatti destinato ad influenzare notevolmente l’esistenza quotidiana degli enti del terzo settore, soprattutto nei loro rapporti con gli uffici pubblici che gestiscono il Registro. Da qui la necessità di dedicare ampio spazio all’esegesi delle sue disposizioni anche in rapporto alle norme del Codice del terzo settore.

Per questa ragione, il volume non offre ai lettori soltanto un’analisi attenta del decreto ministeriale in oggetto, ma consente altresì di affrontare, in prospettiva sistematica, delicate questioni che l’interpretazione ed applicazione del nuovo diritto pone quotidianamente agli enti del terzo settore. Tra le principali, come ci si iscrive al RUNTS, quali sono gli effetti dell’iscrizione, come si mantiene la qualifica di ETS, come ci si relaziona con gli Uffici del RUNTS.
Contributi di: Renato Dabormida, Antonio Fici, Maria Nives Iannaccone, Carlo Ibba, Marco
Maltoni, Alessandro Perego, Lorenzo Pilon, Mario Renna, Nicola Riccardelli, Paolo Sanna,
Gabriele Sepio, Emanuele Tuccari, Unioncamere-Infocamere
.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. È vietato qualsiasi utilizzo, totale o parziale, del presente documento per scopi commerciali, senza previa autorizzazione scritta di Terzjus.
Torna in alto

Ricevi aggiornamenti,
news e approfondimenti sulle attività di Terzjus